sabato 30 luglio 2016

La spedizione in Dancalia di Raimondo Franchetti

Il 7 agosto del 1935 un aereo italiano S 81, partito da Roma e diretto ad Asmara, precipitò in fiamme a 20 km dal Cairo.

Nell'incidente, oltre agli uomini dell' equipaggio, morirono Luigi Razza, ministro dei lavori pubblici, e l'esploratore Raimondo Franchetti.

Le cause del disastro non furono mai chiarite, ma sulla stampa nazionale ed estera si parlò di sabotaggio, indicando come obiettivo il Barone Raimondo Franchetti.

L'esploratore apparteneva ad una delle famiglie più ricche d'Italia, questa ricchezza gli permise di trascorrere la vita viaggiando per il mondo.

Franchetti divenne celebre per la spedizione che organizzò in Dancalia, un evento senza precedenti, faraonico e ineguagliato.

Dal 1929 al 1935 anno della sua morte, Franchetti effettuò, per conto di Mussolini operazioni sovversive per destabilizzare il potere di Hailè Selassiè in Etiopia, per questo motivo si sospettò che egli fosse l'obiettivo di un attentato, sospetto convalidato dal fatto che molti sapevano che era oltre che un esploratore... una spia.

http://www.roninfilmproduction.com/1/l_ultimo_esploratore_vita_e_avventure_del_barone_franchetti_7951862.html

venerdì 1 luglio 2016

Raimondo FRANCHETTI L'ultimo esploratore in DVD seconda edizione



Il 7 agosto del 1935 un aereo italiano S 81, partito da Roma e diretto ad Asmara, precipitò in fiamme a 20 km dal Cairo.

Nell'incidente, oltre agli uomini dell' equipaggio, morirono Luigi Razza, ministro dei lavori pubblici, e l'esploratore Raimondo Franchetti.

Le cause del disastro non furono mai chiarite, ma sulla stampa nazionale ed estera si parlò di sabotaggio, indicando come obiettivo il Barone Raimondo Franchetti.

L'esploratore apparteneva ad una delle famiglie più ricche d'Italia, questa ricchezza gli permise di trascorrere la vita viaggiando per il mondo.

Franchetti divenne celebre per la spedizione che organizzò in Dancalia, un evento senza precedenti, faraonico e ineguagliato.

Dal 1929 al 1935 anno della sua morte, Franchetti effettuò, per conto di Mussolini operazioni sovversive per destabilizzare il potere di Hailè Selassiè in Etiopia, per questo motivo si sospettò che egli fosse l'obiettivo di un attentato, sospetto convalidato dal fatto che molti sapevano che era oltre che un esploratore... una spia.

Raimondo FRANCHETTI L'ultimo esploratore in DVD seconda edizione



Il 7 agosto del 1935 un aereo italiano S 81, partito da Roma e diretto ad Asmara, precipitò in fiamme a 20 km dal Cairo.

Nell'incidente, oltre agli uomini dell' equipaggio, morirono Luigi Razza, ministro dei lavori pubblici, e l'esploratore Raimondo Franchetti.

Le cause del disastro non furono mai chiarite, ma sulla stampa nazionale ed estera si parlò di sabotaggio, indicando come obiettivo il Barone Raimondo Franchetti.

L'esploratore apparteneva ad una delle famiglie più ricche d'Italia, questa ricchezza gli permise di trascorrere la vita viaggiando per il mondo.

Franchetti divenne celebre per la spedizione che organizzò in Dancalia, un evento senza precedenti, faraonico e ineguagliato.

Dal 1929 al 1935 anno della sua morte, Franchetti effettuò, per conto di Mussolini operazioni sovversive per destabilizzare il potere di Hailè Selassiè in Etiopia, per questo motivo si sospettò che egli fosse l'obiettivo di un attentato, sospetto convalidato dal fatto che molti sapevano che era oltre che un esploratore... una spia.